Il tempo è denaro: la gestione dello studio

/, Professionisti/Il tempo è denaro: la gestione dello studio

Il tempo è denaro: la gestione dello studio

Gestione studio parte 1

Il tempo è davvero denaro?

Risparmiare tempo significa guadagnare denaro, si sa. Ma in che modo possiamo applicare questo concetto al interno del nostro studio?

La risposta è “ investire nell’organizzazione dello studio”, una corretta gestione permette di organizzare internamente il lavoro e le risorse ad esso dedicate ed in oltre consente di effettuare previsioni sul carico di lavoro e sul risultato economico per poter adottare le corrette strategie operative basandosi su dati reali.

In sostanza l’organizzazione dello studio si può definire come la corretta gestione dei processi , concretamente vuol dire definire i servizi offerti dallo studio e per ognuno di essi le attività da svolgere per arrivarne al completamento

Nella pratica come può uno studio organizzarsi per la gestione dei processi?

La soluzione può essere fornita da un software specializzato nella gestione dello studio.
Essenziale per la corretta impostazione del software è l’impostazione dei dati base: il personale di studio con i relativi costi , il catalogo dei servizi offerti, le distinte o piani di di attività per ogni servizio e i mandati professionali .

Approfondiamo ora la tematica dei servizi, la formalizzazione del catalogo dei servizi è l’elemento chiave per la gestione dello studio, su di esso si definiscono i dati necessarie alla fatturazione e gli elementi organizzativi.

Facciamo un esempio più pratico relativamente al servizio di elaborazione dei modelli 730.

Per il servizio definiamo:

– LA VALORIZZAZIONE: tariffa , peridodicità di fatturazione
– IL PIANO DI ATTIVITA’: Richiesta documenti, compilazione dichiarazione , stampa, invio, firma del cliente e consegna
– LA PRATICA : La pratica è il contenitore dentro il quale definiremo il tempo previsto per la chiusura di tutte le attività , i responsabili , i documenti in ingresso ed uscita , le scadenze fino ad arrivare alla fatturazione.

La corretta definizione del catalogo dei servizi è il primo passo per l’organizzazione , la sua creazione deve essere fatta in funzione sia della parcellazione che del controllo sull’avanzamento che vogliamo impostare.

Nella prossimo articolo vedremo come deve essere gestito il mandato professionale che è il contenitore dei servizi offerti al cliente e come gestire le prestazioni extra mandato.

By | 2015-10-21T18:24:58+00:00 ottobre 19th, 2015|Gestione Studio, Professionisti|0 Comments

About the Author:

Leave A Comment